SACAL sospende quattro dipendenti sospettati di furti

15 11 2010

”E’ stato notificato un avviso di garanzia, per il reato di furto aggravato a quattro dipendenti della Sacal S.p.a. (Societa’ di gestio dell’aeroporto di Lamezia Terme), addetti al servizio di custodia degli oggetti smarriti o dimenticati sugli aeromobili. Questa societa’ (Sacal) rende noto che, gia’ in data 22 aprile 2010, ha depositato denuncia cautelativa alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme, al fine di procedere all’accertamento dei fatti segnalati dai viaggiatori punendo a norma di legge gli eventuali responsabili”. Lo si legge in una nota della Sacal.

”Tali dipendenti sono stati anche sospesi dal servizio a causa della revoca della tessera aeroportuale, operata dalla polaria di Lamezia Terme, al momento dell’avvio delle indagini”.

”Per quanto ci riguarda – continua la nota – questa societa’, attende con fiducia l’operato della magistratura, consapevole della presunzione d’innocenza almeno sino a quando non interverra’ un pronunciamento giudiziario.

Intanto, possiamo assicurare ai nostri viaggiatori che il servizio e’ stato prontamente reintegrato con altro personale in grado di assolvere ai compiti previsti, con rinnovata serieta’ e professionalita”’.





Brussels Airlines lancia una nuova rotta per Lamezia

2 11 2010

Brussels Airlines, lancia tre nuove rotte operative dal primo aprile 2011; due destinazione Marocco (Agadir e Marrakech), ed una destinazione Italia, precisamente Lamezia Terme in Calabria.

Il volo SN3101, inizialmente operato una volta la settimana di sabato, parte da Brussels alle 16:15 per atterrare a Lamezia alle 19:10, da dove riparte (SN3102) alle 8 di sera per atterrare in Belgio alle 21:30, ora locale.





Minestra riscaldata SACAL. Torna Speziali alla presidenza. Speriamo bene

13 07 2010

E’ il senatore Vincenzo Speziali il nuovo presidente della Sacal, la Societa’ di gestione dell’Aeroporto di Lamezia Terme.

La nomina e’ stata fatta dal Cda con la sola astensione di Francesco Grandinetti, rappresentante del Comune di Lamezia, motivata da argomentazioni ”tecniche” sulla modalita’ di individuazione ma con espressione di apprezzamento personale e professionale nei confronti di Speziali. L’imprenditore, che ha ricoperto in passato la carica, ritorna a presiedere il Cda di Sacal dopo cinque anni. Aria fritta? Minestra riscaldata?
Cinque anni fa all’arrivo di Speziali andó via Ryanair poi ritornata dopo lunghe trattative.
Dobbiamo prepararci a nuovi tagli sulle rotte da e per Lamezia?
Speriamo sinceramente di no….





Gli Eurofighter fanno atterrare aereo tedesco senza contatto radio

12 07 2010

Un Bae 146 di Air Berlin è stato intercettato ieri da due Eurofighter del 36° Stormo di Gioa del Colle (Bari) in seguito alla mancanza prolungata di contatti radio con gli enti del controllo del traffico aereo nazionale. Lo annuncia oggi l’Aeronautica Militare, sottolineando che si tratta della prima intercettazione reale per il 36° Stormo da quando l’Eurofighter è entrato in servizio a Gioia. Il Bae 146 – spiega la forza armata – era decollato in mattinata da Baden Baden per Lamezia Terme, ma ad un certo punto aveva interrotto il contatto radio con gli enti civili del traffico aereo. Di qui l’allarme alla difesa aerea. Alle ore 9.05, dopo alcuni vani tentativi di mettersi in contatto con i piloti dell’aereo, il Combined Air Operation Center 5 (CAOC) della NATO, in coordinamento con il Comando Operativo delle Forze Aeree (COFA) di Poggio Renatico (FE), ha ordinato il decollo immediato dei caccia in servizio di allarme sul territorio nazionale. I due Eurofighter sono entrati in contatto visivo con il Bae intorno alle 9.20, a largo di Maratea, e lo hanno scortato fino all’inizio della procedura di atterraggio a Lamezia Terme, dove è stato preso in consegna dalle autorità aeroportuali per i controlli del caso a terra.





L’Ing. Grandinetti alla SACAL come ci si aspettava…

11 06 2010

Come preannunciato in Consiglio comunale il sindaco ha avviato la definizione della rappresentanza istituzionale del Comune nelle società partecipate procedendo alla designazione del componente del Consiglio di Amministrazione della Sacal nella persona del consigliere comunale, Francesco Grandinetti.Grandinetti, specializzato in ingegneria dei trasporti e delle comunicazioni, più volte consigliere del Cda della Sacal, sia in rappresentanza dei soci privati, sia nel 2008 nominato dal sindaco Speranza in rappresentanza del Comune, potrà garantire un significativo contributo per l’ulteriore crescita del più importante scalo aeroportuale calabrese lavorando in piena sinergia con gli indirizzi dell’Amministrazione comunale e favorendone una sempre più efficace e proficua interazione strategica.La nomina di Francesco Grandinetti conferma la volontà politica, più volte espressa dal sindaco e già concretamente testimoniata dall’appello ad un fattivo coinvolgimento nella guida delle commissioni consiliari e nella costituzione dell’ufficio di presidenza del Consiglio comunale, di favorire un positivo e costruttivo dialogo con le minoranze presenti in Consiglio comunale al fine di sviluppare, nell’interesse della città ma nel pieno rispetto del mandato popolare e delle rispettive posizioni politiche, una leale dialettica istituzionale arricchita da più contributi di competenza e di sensibilità, per l’apertura di una stagione di crescita duratura e di rilancio della competitività di questo territorio decisivo nelle strategie regionali.Con lo stesso spirito di leale collaborazione il sindaco avrà modo di interloquire ufficialmente, nei prossimi giorni, con il presidente della Giunta regionale affinché l’individuazione del vertice apicale del Consiglio di amministrazione della Sacal possa definirsi nell’ambito di un condiviso accordo istituzionale, capace di valorizzare le diverse istanze rappresentate ed in particolare le professionalità lametine, con il contributo determinante della Provincia di Catanzaro e degli altri soci per il perseguimento della più ampia convergenza istituzionale e gestionale.





SUF Lamezia, il 122mo aeroporto al mondo, solo un posto dietro Fiumicino ed una decina d’avanti al Charles De Gaulle di Parigi

22 04 2010

I tempi d’attesa ai controlli sono contenuti ed il personale addetto è all’altezza. Ma i check-in attivi per l’imbarco sono pochi, i bagni non sono brillanti e sono scarse le indicazioni interne ed esterne. Questa la pagella di “Altroconsumo”, la rivista mensile dei consumatori, dell’aeroporto lametino messo al posto numero 122 della classifica mondiale. Una posizione non male se si pensa al gran numero di scali sparsi sul globo, e considerando che fra gli aeroporti italiani è il 17mo per gradimento.
Lo scalo lametino, che fino a qualche giorno fa ha dovuto affrontare l’emergenza nube vulcanica, l’anno scorso ha superato il record del milione e mezzo di passeggeri transitati.
Dall’indagine di “Altroconsumo” condotta tra 150 aeroporti di tutti i Continenti e 84 compagnie aeree, lo scalo di Sant’Eufemia ha superato quelli più grandi e blasonati di Napoli, Firenze, Genova e Palermo. Ed è solo di un punto inferiore a Fiumicino (121mo). Tra gli aeroporti sorpassati da quello lametino anche il grande “Charles De Gaulle” di Parigi al 136mo posto.





Precisazioni da Blu-Express su presunto atterraggio difficoltoso

22 04 2010

Il volo Roma-Lamezia oggi non ha fatto registrare alcun rischio per i passeggeri. E’ questa la risposta che la compagnia Blu-express.com ha fatto pervenire in redazione in seguito alla pubblicazione della notizia relativa al difficoltoso atterraggio. Di seguito riportiamo il testo integrale della rettifica.

”In merito a quanto pubblicato dalla vostra testata in data odierna, Blu-express.com, marchio di Blue Panorama Airlines, comunica che in nessun momento l’aeromobile Boeing 737 in servizio oggi tra Roma e Lamezia Terme ha registrato o fatto registrare situazioni di rischio per i propri passeggeri e che siano state richieste per questo procedure d’emergenza. In fase di atterraggio si è riscontrata un’anomalia al sistema di indicazione della posizione del carrello, nonostante fosse stata già verificata la sua regolare estensione. Come da procedura però sono stati comunque effettuati i controlli a bordo previsti in questi casi e, per maggiore sicurezza, è stata anche effettuata una verifica fisica da parte della torre di controllo con un ulteriore passaggio dell’aeromobile, che poi ha manovrato come da normale procedura e concluso regolarmente l’atterraggio. Le ulteriori misure di sicurezza in pista sono state predisposte autonomamente dalla torre di Lamezia Terme, pur in assenza di richiesta da parte del comandante dell’aeromobile’.