Il 19 Marzo Enzo Iachetti di scena in Lamezia d’autore

1 03 2010

Dopo il successo di Mario Venuti e Roberto Vecchioni, avviata la prevendita per uno degli appuntamenti più attesi di “Fatti di Musica Radio Juke Box 2010” e di “Lamezia d’Autore”,
l’anteprima per il pubblico calabrese di “Chiedo scusa al signor Gaber”, lo straordinario omaggio di Enzo Iacchetti ad uno dei nomi storici della canzone d’autore italiana. Il celebre attore comico e musicista terrà il suo spettacolo al Teatro Grandinetti di Lamezia Teme il prossimo 19 marzo alle ore 21.00, accompagnato dalla Witz Orchestra e da Marcello Franzoso.
Lo spettacolo di Enzo Iacchetti è una serata-evento per rendere omaggio all’amico e maestro Giorgio Gaber. Lo spettacolo è stato preceduto dalla pubblicazione dell’omonimo album, uscito lo scorso ottobre per la Edel. Enzo Iacchetti rivisita con particolare ironia il primissimo repertorio gaberiano. Da Il Riccardo a Barbera & Champagne, dal Cerutti Gino alla Torpedo Blu, passando per Ma pensa te e Porta Romana. Tra i brani, Enzo Iacchetti inserirà suoi monologhi originali nella migliore tradizione del teatro canzone.
Una serata all’insegna del canto e del divertimento, con l’intento – dice Enzo Iacchetti – “di far sì che chi conosce Gaber non lo dimentichi mai, e chi non lo conosce possa sapere quanto fosse bravo, inimitabile e irraggiungibile”.
Enzo Iacchetti è da sempre, oltre che amico personale, un grandissimo estimatore dell’opera gaberiana. Infatti, fin dalla prima edizione del Festival Gaber di Viareggio, è stato l’insostituibile padrone di casa che ha saputo coinvolgere, con insuperabile entusiasmo, tutti i prestigiosi artisti che in questi anni vi hanno partecipato.
“Ho voluto inserire questo spettacolo nella mia rassegna – ha sottolineato il promoter Ruggero Pegna – perché è certamente la novità dell’anno ed è un o spettacolo davvero bello e divertente. Iacchetti è bravissimo e Gaber rimane una figura indimenticabile della storia della canzone d’autore italiana. Anche a lui – conclude Pegna – consegneremo il Riccio d’Argento di Gerardo Sacco, un premio che idealmente va anche a Gaber, forse l’unico grande autore italiano non premiato personalmente in Fatti di Musica”. “Lamezia d’Autore”, che si concluderà con questo appuntamento, è organizzata in collaborazione con il Comune di Lamezia Terme.

La prevendita dei biglietti è in corso: euro 35 poltronissima, 30 poltrona e 25 galleria, presso Uffici Pegna, corso Nicotera 237, tel. 0968441888; Beet(H)Oven Diesel Store, corso Nicotera 11, 096827067; Crash & Clap, via Reno 12, 096827538





Katia Ricciarelli in concerto al Politeama di Lamezia il 3 Gennaio

30 12 2009

“Auguri dalla Provincia di Catanzaro”, si arricchisce di nuovi appuntamenti.
Confermato per il 3 gennaio alle ore 21, nel Teatro Politeama di Lamezia Terme il concerto di Katia Ricciarelli.
Il celebre soprano sara’ accompagnato dal tenore Francesco Zingariello e dai suoi musicisti.





Grande successo nella serata di chiusura del Demofest

25 07 2009


Il “Lamezia Demofest 2009”, il più prestigioso festival-fiera della nuova musica italiana, si è chiuso con incredibile bagno di folla. Lamezia è stata invasa da migliaia di persone arrivate da tutto il Sud per assistere alla serata finale chiusa dai concerti di Arisa e Roy Paci.
I numeri sono da record. Oltre centomila spettatori, infatti, hanno seguito la tre giorni della quarta edizione della finale nazionale di “Demo l´Acchiappatalenti” di Rai Radio Uno, condotta magistralmente da Michael Pergolani e Renato Marengo ed organizzata da Ruggero Pegna e dal Comune di Lamezia Terme.
Dopo le due serate eliminatorie e ben sessanta concerti sui due palchi del “Lamezia Demo Village”, il villaggio musicale urbano più grande d’Italia, la vittoria del “Lamezia Demo Award – The best of the year”, titolo di migliore nuova proposta dell’anno, è andata a Francesco Forni di Roma che ha battuto nella finalissima Elena Vittoria di Bergamo. I due finalisti avevano superato nelle due precedenti serate gli altri otto semifinalisti di questa quarta edizione: Erika Biavati di Bologna, i Puntinespazione di Putignano (Bari), Cocò Gulotta e Bottega Retrò di Palermo, gli Hoosh di Udine e Trieste, i Rummer & Grapes di Sangemini Termini, gli Arangara di Bologna, i 2 Pigeons di Milano e l´Altroparlante di Napoli. Il “Demo’s Rap Award 2009”, premio al vincitore della gara rap che si è svolta ogni notte sul secondo palco, è andato ai Mini K Bros che hanno battuto gli altri finalisti, i DJ Tubet.
Gli altri premi sono stati così assegnati. “Demo´s Best Voice” alla migliore voce, a Daria Biancardi di Palermo, la bianca dalla voce nera che si è esibita con l’applauditissima “Joe Castellano Blues Band”.

Il “Demo´s Etno Award“ è stato assegnato ai Calabria Logos di Cosenza. Al vincitore Francesco Forni è stata anche consegnata dal sindaco di Lamezia Terme la borsa di studio “Gianni Lucchino” per giovani musicisti, mentre ai Calabria Logos è stato assegnato il Premio dell’Assessorato Regionale al Turismo come “migliore band calabrese” segnalata da Demo. La borsa di studio della Camera di Commercio di Catanzaro per operatori professionali della musica dal vivo è stata assegnata a Gino Aveta di Rai Trade.

I “Ricci d’Argento” del “Demofest” sono stati realizzati dal celebre orafo calabrese Gerardo Sacco. La giuria di qualità che ha scelto i vincitori di questa quarta edizione del “Lamezia Demofest 2009” è stata composta da alcune delle figure di maggior prestigio del mondo della musica italiana, tra cui Leopoldo Lombardi, Presidente Afi (Associazione dei Fonografici Italiani), Giulio Tedeschi della Toast Records/Audiocoop Piemonte, Marco Ricci Presidente di Note Legali, Fabrizio Galassi di Kataweb Musica, Gianni Errera di One E One, Laura Zaru di Assomusica (Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli dal Vivo), Valentina Galli del Televideo Rai, Carlo Bertilaccio, giornalista e scrittore. Presidente di giuria, per il secondo anno consecutivo, è stato Giancarlo Passarella, direttore di Musicalnews.

Straordinario entusiasmo ha accompagnato i concerti delle “Demo special guest” e dei super ospiti di ognuna delle tre serate: Amir Hip Hop, Rosa Martirano ed Augusto Enriquez Y Su Mambo Band il 23 luglio, Joe Castellano blues band e Malika Ayane il 24 ed Io e i Gomma Gommas, Arisa e Roy Paci con gli Aretuska nella finalissima di sabato.
L’evento, che nelle precedenti edizioni ha fatto registrare complessivamente la cifra record di oltre duecentomila presenze di pubblico e visitatori, è stato organizzata in modo impeccabile dalla Show Net di Ruggero Pegna e dal Comune di Lamezia Terme con la collaborazione di Assessorato al Turismo della Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro e Lamezia Multiservizi che ha lanciato lo slogan per la raccolta differenziata: “Differenziamoci con il Demofest”. Numerose anche le etichette indipendenti presenti nell’area fieristica: Taranta Terapy, Narcolettica, Otium Records, Ufo Solar, Illimitarte, Octopus Record, Rock You, Lumia Social Records, Demian Store, Note al Margine.

Ricca e colorata la web-radio zone con la troupe di “Uno Mattina di Rai Uno, inviati dei maggiori media musicali italiani, da Kataweb a Musicalnews e numerosi network, associazioni culturali e musicali, web tv, tra cui “Lamezia Web”, Calabria Tv, Radio Juke Box, Radio Studio 54, Radio Sound, City One, l’Università Mediterranea di Reggio, l’Aism, la Lamezia Multiservizi, Jazz & Vento, Music Against ‘Ndrangheta e molti altri. La prestigiosa ed imponente manifestazione, divenuta in soli quattro anni uno dei maggiori appuntamenti della nuova musica italiana, è oramai la più importante vetrina del genere, autentico patrimonio dell’intera regione. Grande soddisfazione nel back stage gremito di ospiti, a fine evento. Ruggero Pegna ha così commentato: “Oramai il Lamezia Demofest è una ealtà importante per la valorizzazione della musica italiana di qualità e per la promozione dell’intera Calabria”.

I due storici autori e conduttori della Rai, ideatori di “Demo L’Acchiappatalenti”, Michael Pergolani e Renato Marengo, hanno parlato di “definitiva consacrazione e storicizzazione dell’evento.” “A settembre – hanno detto – riprenderemo il nostro lavoro per la prossima edizione. Appuntamento ogni giorno su Rai Radio Uno ed a luglio 2010 ancora a Lamezia Terme!”





Ruggero Pegna scrive a Loiero: “Il bando regionale per il finanziamento di eventi culturali esclude le imprese e le cooperative private”

6 07 2009

Il promoter Ruggero Pegna ha reso noto di avere scritto al presidente della Regione, Agazio Loiero, lamentando che nel bando in scadenza il 20 luglio dell’assessorato regionale alla Cultura “per la selezione e il finanziamento di eventi culturali a sostegno della qualificazione e del rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria” vengono discriminate le imprese e le cooperative private.

“Presidente Loiero – afferma Pegna nella lettera -, le scrivo da operatore calabrese della cultura e dello spettacolo, ma anche da dirigente nazionale dell’associazione degli organizzatori e produttori di spettacoli dal vivo, che raccoglie tutti i maggiori professionisti italiani della categoria. Sono certo che lei recepirà e condividerà le ragioni del mio intervento.

Ancora una volta, l’assessorato regionale alla Cultura, attraverso un bando elaborato dai suoi dirigenti, finalizzato alla storicizzazione dei migliori eventi, manifesta una discrezionalità di criteri inaccettabile dai maggiori operatori regionali del settore e oggettivamente in contrasto con le indicazioni del Por Calabria 2007/2013″.

Secondo Pegna, “in tali indicazioni dettate chiaramente dalla Comunità Europea, a cui questo bando fa riferimento, c’é la seguente direttiva che riporto testualmente: ‘Sostenere lo sviluppo di attivita’ imprenditoriali all’interno delle filiere della valorizzazione del patrimonio e della produzione culturale, anche attraverso imprese e loro consorzì.

Questa è l’ ennesima, sistematica esclusione di privati, imprese, aziende e cooperative dalla possibilità di partecipare. E’ una discriminazione incomprensibile che getta, ancora una volta, un’ombra di poca trasparenza sull’operato dell’intera struttura di tale assessorato.

Chiedere progetti di alta qualità, esperienza, professionalità e, allo stesso tempo, escludere le massime espressioni del settore, è un’evidente contraddizione, peraltro in contrasto con le direttive dello stesso Por e con le logiche, anche occupazionali e produttive, connesse a qualsiasi processo di promozione e sviluppo, compresi quelli della cultura e degli eventi.

La selezione deve avvenire sulla qualità dei progetti, l’affidabilità, su requisiti di eccellenza e non, a priori, sulla base della natura giuridica dei proponenti. A tale proposito, non le sfuggirà certamente che, in un Paese civile, le imprese sono il soggetto più importante e qualificato della filiera produttiva.

Un professionista, per operare nel rispetto di ogni aspetto giuridico-fiscale, ha l’obbligo di costituire un’impresa. Tale valore aggiunto in questo bando viene letto paradossalmente come punto a sfavore, al punto da essere motivo di discriminazione ed esclusione, autentica beffa per chi negli anni ha investito con propri sacrifici e risorse, garantendo alla Calabria i principali eventi di cui la collettività e la regione hanno usufruito”.

“Presidente Loiero, come lei certamente intuisce – aggiunge Pegna nella lettera – si tratta di un altro grave abbaglio della macchina amministrativo-burocratica di questo assessorato che rischia di far ricadere sulla gestione politica, secondo me estranea alla vicenda, ogni responsabilità, anche morale. Si eviti, ancora una volta, di far parlare in Calabria di un nuovo caso di malapolitica ed utilizzo clientelare di ingenti risorse.

Non sono qui a chiedere privilegi o favoritismi a nome dei principali professionisti del settore, ma soltanto che si rispetti il più elementare dei loro diritti, cioé di essere ammessi a partecipare ad un bando pubblico, come correttezza, trasparenza, aspetti giuridico-fiscali e direttive europee, indicano in modo inequivocabile”.

“Sono certo – conclude Pegna nella lettera a Loiero – che vorrà con urgenza intervenire per bloccare l’iter di questo bando che, agli occhi dell’intera categoria e delle eccellenze regionali del settore, risulta come un atto grave, lesivo e mortificante”.

(Ansa)





Presentazione Demofest 2009

30 06 2009

Domani si terrà la conferenza stampa di presentazione del “LAMEZIA DEMOFEST 2009 – The best of the year” – IV edizione del Festival/Fiera della Nuova Musica del Mediterraneo e finale nazionale di “Demo l’Acchiappatalenti” di Rai Radio Uno, organizzazione Comune di Lamezia Terme e Show Net srl, in collaborazione con Assessorato al Turismo Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro, Lamezia Multiservizi, alle ore 12.00 presso la Sala delle Riunioni del Comune di Lamezia Terme in via Perugini. Parteciperanno il Sindaco, Autorità Regionali e Provinciali.