Il Comune di Lamezia aderisce alla Giornata mondiale contro la pena di morte

9 11 2010

Il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, ha aderito all’iniziativa proposta dalla Comunità di Sant’Egidio “Cities for life” Giornata Mondiale delle Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte. Anche Lamezia Terme parteciperà insieme ad altre 1220 città di 81 paesi del mondo di cui 61 capitali e 543 città italiane, alla giornata che si celebra ogni 30 Novembre, in ricordo dell’anniversario della prima abolizione della pena capitale ad opera di uno Stato e che coinvolge “la Coalizione Mondiale contro la Pena di Morte”, oltre 110 associazioni mondiali e i principali movimenti contro la pena di morte.

Annunci




Ancora grande successo per “Diversamente a mare”

17 09 2010

Anche quest’anno si è svolto con successo il progetto “Diversamente a mare”,finalizzato ad assicurare a tutte le persone con difficoltà motorie l’accessibilità el’assistenza in spiaggia.

L’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, in collaborazione con la Cooperativa sociale Ce.Pro.S, ha in questo modo voluto dare a tutti i lametinicon esigenze speciali la possibilità di godere delle vacanze estive senza ostacoli edifficoltà, portando avanti anche nella nostra città il cosiddetto “turismo accessibile”.Il servizio è stato attivo dal 17 luglio al 31 agosto, sette giorni su sette, dalle 9.00 alle19.00 grazie all’impegno di sei operatori con il compito di assistenza al passaggiodalla carrozzina personale alla carrozzina di trasporto su spiaggia fino alla postazioneombrellone; accompagnamento con la carrozzina in acqua; recupero dall’acqua finoall’ombrellone; trasposto dall’ombrellone al proprio mezzo di trasporto; fornitura aicittadini che ne avessero bisogno di materiale sanitario per eventuali piccoli incidenti.Tutto questo in tre postazioni attrezzate nei lidi di località Marinella, Ginepri eCafarone (ognuna dotata di apposite carrozzine, pedane, ombrelloni, kit di prontointervento, isole ecologiche).Un servizio innovativo e che ha incontrato l’interesse dei cittadini lametini tanto chedurante il periodo di attivazione di “Diversamente a mare” sono stati forniti1831 servizi di accoglienza e accompagnamento in spiaggia e in acqua ai soggettidiversamente abili e agli anziani non autosufficienti, contro i 647 dello scorsoanno di cui 1439 (426 nel 2009) per anziani e 392 (221 nel 2009) per disabili.Inoltre, parallelamente alla distribuzione di materiale informativo sul turismoaccessibile e sul progetto “Diversamente a mare”, sono state realizzate campagne disensibilizzazione sulle tematiche di tutela ambientale, con particolare riguardo allaraccolta differenziata.





Si rimette in moto la macchina comunale

24 08 2010

Il primo impegno dell’amministrazione comunale dopo le ferie agostiane sarà il vaglio dei progetti presentati, secondo il bando proposto dall’amministrazione, per la realizzazione del palazzetto dello sport. I progetti infatti saranno esaminati, dall’apposita commissione, mercoledì 25 agosto. Sarà compito della commissione giudicatrice del concorso di progettazione a verificare la prima fase del bando e cioè la validità della documentazione presentata. Commissione di cui fanno parte l’architetto Andrea Iovene (con funzioni di presidente), l’ingegnere Salvatore Orlando, l’architetto Manuel Pulella, l’ingegnere Pasqualino Nicotera, l’ingegnere Albina Farace. E quali membri supplenti: l’ingegnere Giuseppe De Sensi e l’architetto Gianfranco Molinaro. La città avrà, così, dopo anni d’attesa, una “Cittadella dello sport”. Un palazzetto dello sport in grado di soddisfare le varie e molteplici esigenze non solo sul fronte dello sport ma anche dello spettacolo e di altre iniziative consone alla struttura per la quale si è già indetto un concorso per la progettazione.
Per la realizzare il palazzetto è prevista una spesa di 14 milioni di euro. Mentre per la sola progettazione della infrastruttura polisportiva le risorse impegnate sono pari a 170.000 euro, ai quali vanno aggiunti 76.460 euro per le competenze tecniche; 25 mila euro per premi e rimborsi spese; 35 mila euro per i compensi dei commissari; 5 mila euro per la pubblicità e 8.813 euro per imprevisti e arrotondamenti.
Ma l’impegno politico e amministrativo con cui l’amministrazione rimetterà in moto la macchina comunale sarà il Consiglio comunale previsto per i primi di settembre e che dovrà affrontare la questione della sanità lametina. Un Consiglio ad hoc richiesto e deliberato, per l’appunto, nell’ultima seduta dell’assemblea, prima delle ferie estive. Una problematica molto sentita dalle forze politiche di maggioranza e di opposizione e da vari movimenti e organismi sociali e professionali che chiedono una più efficiente risposta sanitaria sul territorio. Troppe le istanze rimaste senza risposte e troppe le questioni da affrontare per razionalizzare un’offerta sanitaria che presenta troppe luci e ombre. L’occasione di un Consiglio ad hoc, voluto da più parti, per ascoltare i protagonisti del mondo istituzionale e sanitario a partire dal neo commissario Gerardo Mancuso, peraltro accolto benevolmente da tutti gli schieramenti politici e dal mondo medico sanitario lametino.
In cantiere vi è anche la questione della privatizzazione della Lamezia Multiservizi, che ha suscitato molte polemiche persino in alcune frange della sinistra che non vedono di buon occhio questa privatizzazione che invece è molto sostenuta dal sindaco e dall’esecutivo che ha provveduto a dar corso ai previsti passaggi amministrativi per il bando con il quale si punta a reperire il nuovo socio (pubblico, privato, misto).
Una privatizzazione che per il primo cittadino è e resta inevitabile oltre che necessaria. «Le perplessità mosse su questa privatizzazione sono infondate – ha sostenuto Gianni Speranza – perchè il Comune insieme ai comuni del comprensorio manterrà sempre il 60% delle azioni. Ma con l’acquisizione del nuovo socio – ha aggiunto Speranza – la Multiservizi assumerà un ruolo e una capacità imprenditoriale più complessa, più articolata e più a largo raggio geografico e di intervento operativo. Che vorrà dire – ha detto il sindaco – una grande Società capace di fornire maggiori servizi anche con capacità di ritorno produttivo. Insomma, tra le cose già realizzate e quelle in cantiere, la città a quaranta anni dalla sua fondazione potrà beneficiare di uno storico programma di investimenti pubblici e privati capaci di affrontare interventi strategici del proprio sviluppo: intermodalità, termalismo, riqualificazione urbana, rigenerazione dei centri storici e sviluppo della filiera agroalimentare».
«Lamezia, forse per la prima volta – ha osservato il sindaco – è al centro delle strategie programmatiche e finanziarie degli investimenti regionali e comunitari. Infatti Lamezia, è stata inserita nell’elenco delle Aree urbane strategiche: un fatto storico, concreto, tangibile che prevede l’attuazione sul nostro territorio dei Programmi integrati di sviluppo urbano (Pisu), per una previsione di spesa di circa 40 milioni di euro e di altrettanti sugli Assi coerenti, già programmati dalla Giunta comunale ed in fase di negoziazione preliminare con la Giunta regionale. Peraltro Lamezia è destinataria di altri progetti strategici della Programmazione 2007-2013 quali: il potenziamento dell’aeroporto (aerostazione e hub merci) e infrastrutture che collegano la città con il capoluogo, l’aeroporto e la stazione centrale».





L’Ing. Grandinetti alla SACAL come ci si aspettava…

11 06 2010

Come preannunciato in Consiglio comunale il sindaco ha avviato la definizione della rappresentanza istituzionale del Comune nelle società partecipate procedendo alla designazione del componente del Consiglio di Amministrazione della Sacal nella persona del consigliere comunale, Francesco Grandinetti.Grandinetti, specializzato in ingegneria dei trasporti e delle comunicazioni, più volte consigliere del Cda della Sacal, sia in rappresentanza dei soci privati, sia nel 2008 nominato dal sindaco Speranza in rappresentanza del Comune, potrà garantire un significativo contributo per l’ulteriore crescita del più importante scalo aeroportuale calabrese lavorando in piena sinergia con gli indirizzi dell’Amministrazione comunale e favorendone una sempre più efficace e proficua interazione strategica.La nomina di Francesco Grandinetti conferma la volontà politica, più volte espressa dal sindaco e già concretamente testimoniata dall’appello ad un fattivo coinvolgimento nella guida delle commissioni consiliari e nella costituzione dell’ufficio di presidenza del Consiglio comunale, di favorire un positivo e costruttivo dialogo con le minoranze presenti in Consiglio comunale al fine di sviluppare, nell’interesse della città ma nel pieno rispetto del mandato popolare e delle rispettive posizioni politiche, una leale dialettica istituzionale arricchita da più contributi di competenza e di sensibilità, per l’apertura di una stagione di crescita duratura e di rilancio della competitività di questo territorio decisivo nelle strategie regionali.Con lo stesso spirito di leale collaborazione il sindaco avrà modo di interloquire ufficialmente, nei prossimi giorni, con il presidente della Giunta regionale affinché l’individuazione del vertice apicale del Consiglio di amministrazione della Sacal possa definirsi nell’ambito di un condiviso accordo istituzionale, capace di valorizzare le diverse istanze rappresentate ed in particolare le professionalità lametine, con il contributo determinante della Provincia di Catanzaro e degli altri soci per il perseguimento della più ampia convergenza istituzionale e gestionale.





Al via il 17o Concorso Nazionale AMA Calabria

23 05 2010

Avrà inizio oggi il 17° Concorso Nazionale di Musica AMA Calabria che, patrocinato e sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Comune di Lamezia Terme e dalla Provincia di Catanzaro, richiama quest’anno ben 18 complessi provenienti oltre che dalla Calabria, dalla Campania, Sicilia e Lazio. Saranno oltre 1300 i giovani musicisti che, nel corso delle due giornate di audizioni, si alterneranno sul palcoscenico del Teatro Politeama di Lamezia Terme appositamente concesso dall’Amministrazione Comunale. A giudicarli una commissione di grande qualità presieduta dal Maestro Angelo De Paola, tra le maggiori personalità musicali del settore e composta da direttori e compositori di fama internazionale come Daniele Carnevali, Fulvio Creux, Ferruccio Messinese, Marco Somadossi, Bruno Zema cui si aggiunge, in rappresentanza dell’associazione, il Maestro Francescantonio Pollice, direttore artistico della manifestazione. Il concorso è riservato a complessi bandistici e/o orchestre di fiati, senza limiti nel numero di musicisti che li compongono né d’età ed è articolato nelle seguenti quattro categorie: Categoria Prima, Seconda, Terza e Giovanile. Ciascun gruppo può liberamente iscriversi ad una sola delle quattro categorie. E’ ammessa la partecipazione a due categorie, purché una delle due sia quella Giovanile. La Categoria Giovanile è riservata a formazioni, senza limite nel numero dei componenti, costituite da strumentisti che alla data del concorso non abbiano superato il 18° anno di età; ogni organico può avere però al proprio interno un 10% di fuori quota che alla data del concorso non abbiano, in ogni caso superato, il 30° anno d’età. I complessi bandistici dovranno eseguire il sotto indicato programma distinto per ciascuna categoria per una durata complessiva massima di 30 minuti che comprende un brano d’obblio per ciascuna categoria, una marcia sinfonica a piacere ed un brano a libera scelta. La direzione artistica del concorso ha selezionato per le quattro categorie i seguenti brani d’obbligo: Immagini di Angelo De Paola, Miroirs di Daniele Carnevali, Silver Overture di Franco Arrigoni ed Il castello incantato di Michele Mangani. E’ prevista anche l’organizzazione di una mostra esposizione di strumenti musicali a fiato a cura della nota ditta francese Buffet & Crampon. Le audizioni avranno luogo presso il teatro Politeama dalle 14,30 in poi. Nella mattina, invece, sono previste quelle delle sezioni fiati solisti e musica da camera del 32° Concorso Nazionale di Musica AMA Calabria. In serata saranno presentati i vincitori del concorso internazionale pianistico AMA Calabria.





Il Comune di Lamezia al ComPa e… Su You Tube

12 11 2009

L’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme ha partecipato alla XVI edizione del “ComPA – Salone Europeo della Comunicazione Pubblica dei servizi al cittadino e alle imprese”.
Nel corso del Salone si è svolta la premiazione della V edizione del concorso “La PA che si vede – la tv che parla con te”, promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Formez, al quale hanno partecipato 86 amministrazioni, con 111 produzioni multimediali.
Il Comune di Lamezia Terme ha presentato il proprio notiziario istituzionale “Lamezia Informa” che ha ricevuto un riconoscimento per la qualità del prodotto.
I video presentati sono disponibili sul canale di YouTube “Linea Amica Video – La PA che si vede”:

video 1

video 2

Ci auguriamo questo rappresenti un primo simbolico passo per costruire insieme, con l’aiuto della tecnologia, dei social networks e più in generale del Web 2.0 una comunicazione istituzionale reale e partecipata.