Operazione antiprostituzione fra Cosenza e Lamezia Terme. Arrestato un Agente immobiliare ed altre persone che organizzavano lo sfruttamento.

4 02 2011

C’è anche una donna di nazionalità sudafricana, P. A. di 37 anni di Lamezia, tra gli otto arrestati nell’operazione antiprostituzione della polizia di Cosenza. La donna avrebbe messo a disposizione una casa a Lamezia dove far incontrare prostitute e clienti. L’operazione della polizia ha permesso di individuare un giro di prostituzione tra la Calabria (Cosenza, Rende e Lamezia) e la Puglia.
A capo dell’organizzazione criminale c’erano due donne A.C. di 43 anni di Brindisi, e R.B. 65 anni entrambe tradotte in carcere assieme al marito di A.C.
I tre avevano coinvolto anche D. P., un uomo di 79 anni che non è finito in carcere a causa dell’età avanzata. Il compito dei quattro era di organizzare e contattare i referenti di zona che a loro volta dovevano individuare o mettere a disposizione le case dove far svolgere gli incontri.
Tra i referenti, quindi, anche la donna sudafricana di Lamezia che metteva a diposizione una casa proprio nella città della Piana.
Oltre a lei anche altri tre uomini: un agente immobiliare, C. E. di 36 anni, P.N., di 32 anni, che ha messo a disposizione una casa per gli incontri delle prostitute e Z.M. , 35 anni, che avrebbe gestito anch’egli uno degli appartamenti utilizzati dall’organizzazione.





Tre bambini ricoverati per N1H1 all’ospedale di Lamezia

4 02 2011

Tre bambini cui è stata diagnosticata l’influenza A sono ricoverati presso il reparto di Pediatria dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme. Nessuno dei tre risulta essere in condizioni preoccupanti e gli accertamenti effettuati hanno confermato nei casi in oggetto la presenza del virus AH1N1. Si tratta di bimbi che hanno rispettivamente quattro anni, tre anni e 18 mesi. Quest’ultimo, dopo i primi giorni trascorsi nel reparto di Rianimazione è stato trasferito in quello di Pediatria, alla luce del miglioramento delle sue condizioni.





Per Scalzo del PD il federalismo per decreto è una vergogna del governo Berlusconi

4 02 2011

“La forzatura del Governo Berlusconi di far passare il federalismo municipale alle Camere, non considerando quanto votato nella Commissione Bicamerale, è un altro smacco alla democrazia italiana”. E’ quanto afferma in una nota Antonio Scalzo, consigliere regionale del Partito Democratico.
“Entrando nel merito – continua Scalzo – il federalismo municipale non poteva passare per come la Lega ha fortissimamente voluto; i Comuni del Meridione d’Italia, nelle condizioni finanziarie ai limiti del dissesto in cui si trovano, dopo aver subito tagli indiscriminati negli ultimi anni da parte del Governo centrale, con questo federalismo, che rafforza i forti e indebolisce ulteriormente i deboli, saranno al de profundis”.
“Mi chiedo – conclude il consigliere regionale del PD – come farà la maggioranza di centrodestra che governa la nostra Regione, a spiegare ai calabresi che il Governo Berlusconi considera il Meridione come territorio da depredare a favore delle pretese leghiste”.





Aperta inchiesta per la morte nell’ospedale di Cosenza di un giovane lametino

4 02 2011

Mistero sulla morte del giovane di Lamezia morto all’ospedale di Cosenza. Il procuratore della Repubblica del tribunale di Cosenza Giuseppe Cava ha aperto un’inchiesta dopo l’esposto dei familiari di un trantasettenne di Lamezia Terme.Oggi verra’ disposta l’autopsia sul corpo del giovane per accertare le cause del prematuro decesso avvenuto all’ospedale dell'”Annunziata”.Sono stati iscritti nel registro degli indagati i due medici dell’ospedale di Cosenza che avevano in cura il giovane fino al momento del decesso.Il giovane lametino,Pietro Ammendola,era giunto a Cosenza domenica pomeriggio in elisoccorso direttamente dall’ospedale di Lamezia,dove i medici avevano diagnosticato un sanguinamento dell’aorta addominale.Al suo arrivo a Cosenza,dopo ulteriori accertamenti,un chirurgo vascolare riferiva che le condizioni del ragazzo erano gravi ma non per il sanguinamento dell’aorta ma per la presenza di una massa tumorale o per un strappo di un muscolo che avrebbe causato la rottura di un capillare,ma che comunque non essendo in pericolo di vita non era necessario intervenire d’urgenza anche perchè il quadro clinico non era del tutto chiaro.Lunedì ulteriori accertamenti fecero scongiurare la presenza di una massa tumorale,quindi si arrivo’ alla conclusione che era uno strappo muscolare che aveva provocato la rottura di un capillare.Secondo i medici comunque il paziente non era in pericolo di vita,nella notte pero’ le condizioni del giovane si aggravano ulteriormente tanto da portare i medici ad intervenire d’urgenza,previo consenso dei familiari,l’intervento è tecnicamente riuscito alle 16,30 il giovane veniva portato in rianimazione alle 19.30 veniva dichiarato il decesso. Le cartelle cliniche compilate in ospedale sono state poste sotto sequestro.L’ipotesi del reato è quella di omicidio colposo. Nell’esposto presentato dalla famiglia c’è tanta rabbia e tanto dolore per la prematura e misteriosa dipartita del loro congiunto.I familiari chiedono che sia fatta luce su questa morte assurda.Pietro Ammendola era un uomo di 37 anni che lavorava come guardia giurata presso gli uffici lametini dell’inps,lascia una giovane moglie e una piccola di soli 4 anni.





Arriva la tanto attesa nomina dei due assessori del PD

4 02 2011

Il sindaco di Lamezia Terme (Cz), Gianni Speranza, dopo una nuova tornata di consultazioni con i consiglieri comunali ha nominato, con apposito decreto, i due assessori del Pd in giunta.

Si tratta di Franco Amendola, che ha avuto la delega ai Lavori pubblici e di Pietro De Sensi, che si e’ riservato di accettare. Franco Amendola, dopo una lunghissima esperienza nella Cgil, sindacato di cui e’ stato segretario provinciale, e’ stato consigliere regionale e parlamentare nazionale del suo partito.

Pietro De Sensi e’ stato dirigente della direzione regionale Emilia Romagna del Ministero delle Finanze, dirigente nella direzione generale del personale dell’Agenzia delle Entrate a Roma e attualmente dirige il settore organizzazione, informazione e comunicazione dell’Arpacal.

Nell’ultima fase della passata legislatura regionale, e per pochi mesi, e’ stato anche direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale di Catanzaro.

”Entrambi gli assessori danno forza e completano la giunta che e’ da mesi a lavoro -ha commentato il sindaco Speranza – . Si tratta di due personalita’ che danno alla nostra Amministrazione ulteriore autorevolezza e competenza rafforzandone anche gli aspetti di innovazione e di pluralismo”.





Nasce il Premio Prodotti Lametini nel Mondo

3 02 2011

La giunta comunale di Lamezia Terme su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Giusi Crimi, ha realizzato la 1° edizione del premio “I prodotti lametini nel mondo”.

Con la delibera 495 del 31 dicembre 2010, al fine di rafforzare l’immagine e l’identità locale attorno ai prodotti di qualità del territorio lametino, è stato istituito un concorso, “I prodotti lametini nel mondo”, per assegnare ogni anno specifici riconoscimenti ai migliori prodotti che si sono distinti per la loro qualità, identificabilità con il territorio, contenuti di innovazione, cooperazione tra imprese. L’obiettivo è anche quello di promuovere un censimento delle produzioni di eccellenza del territorio lametino, che hanno conquistato spazi di mercato significativi in Italia e all’estero. Sono stati individuati quali settori di riferimento, prioritari per concentrare le azioni per il sostegno della promozione delle produzioni di eccellenza, quello agroalimentare ed enogastronomico e quello dell’artigianato artistico e tradizionale. E’ stato nominato un comitato di indirizzo, con funzioni anche di giuria del concorso, costituito da Francesco Bevilacqua, avvocato nonché giornalista e scrittore ambientalista; Emilio Leo, architetto e imprenditore (Lanificio Leo); Francesco Maria Lucia, vice presidente della Camera di Commercio di Catanzaro; Teresa Ruberto, esperta di marketing e responsabile regionale della comunicazione della fondazione “Marisa Belisario” e Gianfranco Manfredi, giornalista e responsabile regionale della comunicazione dell’Ais (Associazione italiana sommelier). Il comitato verrà coordinato da Salvatore Orlando, dirigente area “Promozione del Territorio” del Comune di Lamezia Terme.

“Istituire un concorso di questo tipo, – ha dichiarato Giusi Crimi – in un ambiente come il nostro ricco di produzioni eccellenti, significa valorizzare non solo quel prodotto o quella azienda ma al tempo stesso l’intero territorio. Si contribuisce così a creare un’immagine positiva, a rafforzare l’identità locale e a elevare la reputazione del sistema produttivo nel suo insieme. L’azione dell’Amministrazione è quindi diretta al pieno sostegno delle iniziative imprenditoriali locali che puntano sulla qualità e l’eccellenza dei prodotti legati alla nostra terra”.





Incidente pullman a Gizzeria. Tutti illesi.

30 01 2011

Pioggia incessante pullman esce fuori strada. Piove ormai ininterrottamente, da quasi 20 ore, in tutta la regione,diverse zone sono state invase dall’acqua e dal fango, alcuni automobilisti sono rimasti bloccati in viale Europa, nei pressi dell’università, dove acqua e fango hanno invaso la strada e s’è reso necessario l’intervento dei Vigili del fuoco per liberare alcune persone rimaste intrappolate nell’abitacolo della propria auto.In provincia di Cosenza il maltempo ha provocato l’interruzione dell’energia elettrica, mentre nel vibonese una strada è stata chiusa. A Gizzeria si è sfiorata la tragedia con un pullman uscito di strada.Per fortuna non sono stati registrati feriti e adesso i vigili del fuoco,con l’aiuto di un’autogru,stanno recuperato il mezzo.