Grasso vuole una Compagnia Teatrale lametina

16 01 2011

Una compagnia teatrale stabile da costruire in città per recitare in tutta Italia. È l’obiettivo di Tano Grasso, l’assessore comunale alla Cultura, che ha incontrato in questi giorni i giovani del liceo “Campanella” e dell’Itc “De Fazio” con l’idea di far partire una specie di casting fra i giovani che hanno talento. Con l’assessore c’erano Marco Martinelli, direttore artistico del Teatro delle Albe di Ravenna, ed Emanuele Valenti, direttore artistico dell’associazione “Punta Corsara”, insieme agli staff dei gruppi teatrali locali che faranno parte di un progetto laboratorio teatrale. Due precisi appuntamenti per illustrare il progetto “Capusutta”, questo il suggestivo e originale titolo dato dagli autori. Un nome, ha spiegato il leader del progetto Martinelli, «che abbiamo scelto dopo aver valuto lo scopo che si prefigge il progetto».
Un’esperienza assolutamente innovativa all’interno del tradizionale spazio didattico che ha incuriosito molto gli studenti ma anche i presidi e gli insegnanti che hanno accolto con interesse e disponibilità il progetto dell’assessore. Gli studenti hanno seguito le spiegazioni e le indicazioni fornite dai registi e da Grasso, per poi attorniare i registi per saperne di più ponendogli mille domande.
«Un modo di reagire», hanno commentato Grasso e Martinelli, «che denota interesse, vivacità cognitiva e intellettiva». Infatti il regista ha trovato gli studenti lametini «svegli e pronti a recepire nuove istanze. Il gioco progettuale porta a entrare in una complicità per divenire parte integrante di un percorso che li porterà nel cuore del teatro, se lo vorranno, e a carpirne i giochi e i segreti».
Gli incontri di questi giorni nelle scuole costituiscono un primo passo del progetto “Capusutta”, cioè del laboratorio teatrale voluto dall’assessore alla Cultura. Scopo di queste iniziative è quello di coinvolgere le istituzioni scolastiche in modo attivo per il reclutamento di studenti interessati a frequentare i corsi che avranno svolgimento periodico per l’intero anno, e sono previsti step di valutazione con l’intero staff che parteciperà alla realizzazione del laboratorio teatrale.
I lavori partiranno il prossimo 15 febbraio e si concluderanno a novembre. Quando verrà fatta anche la prima valutazione rispetto al progetto triennale e si giudicherà l’opportunità di step successivi.
Le iscrizioni ai corsi teatrali saranno aperti a tutti, senza limiti di etnia, religione, spazio geografico e condizione sociale. Riguarderanno circa 80 ragazzi e si terranno a Palazzo Panariti, in un piano interamente dedicato a questo progetto. La storica dimora nel quartiere Torre da poco ristrutturata è destinata a diventare il Palazzo della cultura, delle idee e delle arti, come sottolineato dallo stesso assessore Grasso.
Il progetto prevede vari spazi, non solo quelli relativi alla formazione teatrale ma anche allestimenti di scena e incontri con attori, registi, sceneggiatori e scenografi di Ravenna e di Scampia, il quartiere napolitano controllato dalla Camorra, e con altre realtà culturali italiane .

Punto di partenza e allo stesso tempo di arrivo del progetto sono proprio le esperienze di Scampia e Ravenna. Nel 1983 Martinelli ha fondato nella città romagnola la “non-scuola” del Teatro delle Albe, così chiamata perchè non si prefigge di creare attori, ma di incendiare il cuore degli adolescenti con il teatro. Mandare in corto circuito la loro ignoranza sui grandi classici, da Aristofane a Brecht. Questa esperienza è stata poi esportata a Napoli, nel quartiere di Scampia con il nome di “Arrevuoto”, progetto triennale del Teatro Mercadante. Nel 2007 il progetto si è trasformato in “Punta Corsara” che da pochissimo è diventata un’associazione guidata da Emanuele Valenti.
“Punta Corsara” ha messo su una compagnia costituita dai ragazzi più motivati del quartiere napoletano che ora girano tutta l’Italia con i loro spettacoli. Cosa che ci si augura possa concretizzarsi pure col progetto “Capusutta”.


Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: