Il neopartito di Fini e Bocchino parte da Lamezia

21 11 2010

I detrattori sostengono che il Manifesto per l’Italia lanciato dal presidente della Camera Gianfranco Fini da Bastia Umbra si sia rivelato un flop. «Ma non è così». Ad affermarlo l’onorevole Angela Napoli – ieri in città per presentare con Francesco Grandinetti, Aldo Costa, Maria Limardo, Anna Perri e altri aderenti al Fli, il convegno che con l’onorevole Bocchino terranno nella città della piana il prossimo 26 novembre. «Abbiamo scelto Lamezia dopo che all’onorevole Bocchino è giunta una lettera di minacce proveniente proprio dalla città della piana – ha detto Angela Napoli – una città importante per storia, tradizioni, per posizione e importanza strategica, e quindi merita la nostra presenza anche perchè il primo amministratore calabrese che ha aderito al Fli è il consigliere comunale Francesco Grandinetti».
Ma a certificare che il manifesto non è stato un flop, ha sostenuto la parlamentare, sono i numeri delle adesioni che da 16mila sono cresciuti e crescono giorno dopo giorno. Peraltro, ha aggiunto, «la Calabria sta rispondendo in modo generoso e oltre ogni positiva previsione». Tanti gli amministratori locali che hanno già aderito e molti altri lo hanno richiesto. Sarà il comitato promotore, che si è insediato ieri per la prima volta, a vagliare le richieste anche perchè, ha sottolineato Angela Napoli «non accetteremo e non accettiamo adesioni di amministratori o di cittadini che non hanno la fedina penale pulita: per la nostra battaglia di legalità questo è uno dei principi sul quale non intendiamo transigere. Con noi vogliamo persone per bene. Non costringiamo nessuno e le adesioni giungono per libera scelta e sono il frutto di una condivisione sul progetto presentato da Fini in Umbria. Ma l’obiettivo finale è quello delle 100mila firme che il leader di Fli ha auspicato di raggiungere in vista del primo congresso fondativo del movimento – che si svolgerà a Milano il 15 gennaio prossimo». Da qui l’idea di ricorrere ai gazebo che, da ieri e fino a stasera, è anche a Lamezia (su corso Nicotera) per la raccolta di firme.
Un modo per conoscere e firmare il Manifesto per l’Italia il cui incipit è: «Noi amiamo l’Italia, una nazione di cittadini liberi che credano nelle leggi e nelle responsabilità, tollerante e aperta. Vogliamo uno stato più efficiente, senza burocrazia e clientele, protagonista e competitiva nel mondo, aperta nel mercato della concorrenza, un’Italia intransigente contro la corruzione e mafie, ispirata all’etica pubblica e della legalità».
«Non ci sono fughe di parlamentari – ha detto l’onorevole Napoli – solo due i parlamentari passati con Berlusconi: gli onorevoli Spai e Angeli». Ma intanto Berlusconi continua ad affermare che avrà la fiducia e non con due o tre parlamentari, ma con un consistente numero di deputati.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: