Alla Nicotera di Lamezia, i bambini da cinque anni in su studieranno Italiano ed Inglese

30 10 2010

Educazione alimentare, ma anche inglese e italiano fin dalla scuola dell’Infanzia. Sono solo alcuni dei progetti messi a punto dall’Istituto comprensivo “Nicotera” di Lamezia Terme, guidato dal dirigente Felice Caruso, nell’anno scolastico da poco iniziato. Nell’ambito del Piano dell’offerta formativa, documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche, sono infatti stati inserite numerose iniziative volte ad ampliare l’offerta formativa della scuola. A partire dal “Giorno della memoria e del ricordo”; all’educazione alla salute e all’alimentazione realizzati in collaborazione con Asp e Arssa; alla banda musicale che è il fiore all’occhiello dell’istituto; all’educazione alle pari opportunità; alla partecipazione ai giochi matematici e alla settimana della scienza. E ancora. Lo studio del francese e dello strumento musicale sin dalla quinta classe della scuola primaria; il corso per il conseguimento del patentino per una guida responsabile dei ciclomotori; l’educazione all’integrazione e all’intercultura (nell’istituto sono presenti molti immigrati); l’educazione alla legalità, all’ambiente, alla sicurezza; la lotta contro la dispersione scolastica; l’attività motoria nell’Infanzia e nella Primaria.
Una delle novità più importanti riguarda comunque l’introduzione nella scuola dell’Infanzia del potenziamento dell’italiano, attraverso il progetto di pre-lettura e pre-scrittura, del pre-calcolo e ai bambini di 5 anni dell’inglese. Inoltre l’istituto ha previsto un progetto di educazione alla cittadinanza europea che adotta azioni per lo sviluppo e promozione della dimensione europea dell’educazione, così come previsto nella circolare del ministero dell’Istruzione 267 del giugno 2004, promuovendo gli obiettivi definiti nella “Strategia di Lisbona”. Tra i temi che saranno sviluppati dalla scuola: educare alla convivenza e alla cultura dell’accoglienza attraverso la valorizzazione delle diversità; promuovere la partecipazione per una cittadinanza attiva e una strategia di sviluppo della dimensione europea dell’educazione in termini di valori, motivazioni e conoscenze. «Le finalità dell’iniziativa – ha spiegato il dirigente scolastico Felice Caruso – sono imparare non solo a usare la lingua ma usare la lingua per apprendere; accrescere la motivazione e migliorare l’efficacia dell’apprendimento; valorizzare la molteplicità delle intelligenze; sviluppare abilità sociali. In tutto ciò – ha aggiunto Caruso – l’apporto di genitori e studenti assumerà una funzione decisiva in quanto è richiesta la loro partecipazione consapevole al progetto della scuola “Nicotera” e quindi una maggiore responsabilità. Progettare con il consenso significa allora tenere conto, prima di tutto, di un quadro variegato di indirizzi, proposte e input che tendono all’unico obiettivo cioè la crescita armoniosa dei nostri giovani».





Rifiuti: Lamezia, stop mezzi da Campania diretti nella discarica privata di Pianopoli

30 10 2010

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, vieta lo scarico di rifiuti provenienti da altre regioni nel suo territorio. In un’ordinanza, infatti, vieta il transito, su tutto il territorio comunale, dei mezzi che trasportano rifiuti provenienti da regioni diverse dalla Calabria verso la discarica di Pianopoli (Catanzaro) e altri siti. L’ordinanza affida al comando della Polizia municipale l’incarico di predisporre i necessari strumenti per renderla eseguibile.