Crolla il pontile dell’ex Sir di Lamezia.

2 09 2010

Nel terzo trimestre del 2010, ossia tra Luglio e Settembre, avrebbero dovuto iniziare i lavori di ristrutturazione per 450 mila euro, per la messa in sicurezza dell’opera numero 464 , ossia il pontile dell’area ex Sir. Almeno questo si legge sulla programmazione triennale delle opere pubbliche 2010/2012 dell’amministrazione del comune di Lamezia terme.
Il problema è che ieri, 1 Settembre, il pontile non ha retto oltre all’attesa dell’inizio dei lavori, ed è rovinosamente crollato. Ha ceduto proprio il punto più in prossimità alla riva, che è anche quello più soggetto a spinte, un punto in cui da tempo le travi hanno smesso di esistere e a reggere tutto il carico era rimasta soltanto una soletta in cemento. È bastato che il tempo, l’erosione dovuta alla salsedine, il vento, le mareggiate facessero il loro mestiere, perché le principali strutture metalliche del pontile -ormai ridotte da anni a miseri lamierini arrugginiti inconsistenti- cedessero provocando una deformazione irreversibile e quindi un crollo inevitabile.
Queste fotografie documentano l’inizio del crollo: il cedimento ha riguardato solo la campata più a riva del pontile, ma il processo è tutt’ora in corso ed entro qualche ora, questa parte, precipiterà completamente in mare. Si potrebbe anche dire che sono immagini che documentano quella che potrebbe definirsi la scena di un crimine da cui è possibile osservare l’esito finale di un delitto annunciato: è vero, non c’è scappato il morto, ma è solo un caso se nessuno, in questo cedimento, si sia fatto del male. In fondo si è sempre saputo che prima o poi il pontile sarebbe crollato, era stato abbondantemente previsto, eppure nessuno ha mai mosso un dito per evitarlo. Nonostante sia tutto l’anno preso d’assalto da pescatori e gente alla ricerca di un po’ di relax, il crollo del pontile non ha fortunatamente provocato danni alle persone visto che in quell’esatto momento nessuno si trovava a passarvi sopra. In passato sono state emanate diverse ordinanze di divieto di accesso ed è stata innalzata perfino una recinzione in blocchi per impedirne il passaggio ma la gente non ha mai smesso di intrattenervisi.
Diversi sono interrogativi adesso: cosa se ne farà adesso del pontile e cosa dobbiamo aspettarci per il futuro? Verrà demolito completamente? Verrà lasciato così com’è? Verrà bonificato? Verrà trasformato in qualcos’altro? Verrà lasciato sul fondale perché possa diventare un punto di ripopolamento della flora e della fauna marina?
Visti i divieti mai rispettati, ci chiediamo quante persone siano mai state multate per essere state sorprese a pescare o soltanto a passeggiare sopra al pontile. Sappiamo che all’inizio qualcuno è stato mandato via, poi però si è scelto di lasciare che tutto scorresse come se niente fosse. Perché tanta trascuratezza?
Ad oggi non ci è dato sapere quale sarà lo scenario futuro, o forse possiamo immaginarcelo. Quello che è certo è che questo crollo è la prova della totale mancanza di capacità da parte della classe dirigente e amministrativa di far fronte all’emergenza del territorio; è lo svilimento delle iniziative che provengono dalla società civile, se perfino il concorso di idee sul recupero del pontile è stato realizzato quando ormai non c’era già più molto da recuperare.
Nonostante l’interesse che i vari politici hanno sempre dimostrato – ma solo a parole- per questa struttura, nulla è mai stato fatto per potenziarla o per metterla in sicurezza a tempo debito. E questo nonostante nella programmazione triennale delle opere pubbliche 2010/2012 dall’amministrazione proprio al pontile sia stata assegnata la massima priorità.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

2 09 2010
Martena Maurizio

Mi offro con tutta la serietà, che l’emergenza impone, fattivamente ed economicamente alla riqualificazione del pontile di Lamezia.
Potete contattarmi via mail al seguente indirizzo. mauriziomartena@ilsap.it

3 09 2010
Danilo

Ma abbattetelo il pontile ormai che c…. serve dico io??????amianto dappertutto,meglio eliminarlo una volta per tutti anche perchè ogni giorno molti pescatori vanno a pescare li sopra il pontile……

15 09 2010
antonio

buonasera secondo me va ristriutturato o costruire un qualcosa x i pescatori dove la sera andavano e si svagavano si sentivano risate e tutti erano allegri ma secondo me da quel giorno la gente si sente triste xke è crollato un pezzo di storia xke molti anziani raccontavano le loro avventure cercate di aggiustarlo fate qualcosa x i pescatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: