Scopelliti eletto Governatore della Calabria

29 03 2010

Reggio Calabria. Pochi alla vigilia avevano manifestato dubbi sulla sua vittoria. E per Giuseppe Scopelliti, sindaco di Reggio Calabria e candidato a governatore della Regione, si è trattato di un vero proprio exploit, simile per alcuni versi alla sua affermazione nella città dello Stretto, quando riuscì a conseguire al secondo mandato nel 2007 quasi il 70 per cento dei consensi. Esce battuto Agazio Loiero e la sua coalizione, quella di centrosinistra, fino all’ultimo impantanata in quelle diatribe interne caratterizzate da aspre polemiche che, probabilmente, hanno influito notevolmente sul risultato finale. Più coerente e compatta la coalizione di centrodestra che ha fatto blocco unico fin dall’inizio della competizione politica, puntando sul giovane sindaco reggino con il placet dei maggiori esponenti nazionali del Pdl, che da sempre lo considerano una sorta di “enfant prodige” rispetto al suo modo di fare politica, imperniata solo ed esclusivamente sulla “politica del fare”, poco incline ai compromessi e teso a raggiungere quegli obiettivi che lo hanno paragonato all’amato ex sindaco di Reggio, Italo Falcomatà, per il quale alla fine degli anni ’90 tutte le forze politiche lo appoggiarono incondizionatamente, compreso il centrodestra che riconobbe all’amato professore una grande onestà intellettuale e l’artefice del vero cambiamento.
In serata, a mano a mano che i risultati registravano con sempre più forza la sua vittoria, il neo governatore della Calabria ha ringraziato i suoi elettori affacciandosi dal balcone della sede del coordinamento provinciale situata sul Corso Garibaldi della città dello Stretto. Adesso lo attende un compito veramente arduo e impegnativo, quello di rivoltare come un calzino una regione afflitta da mille problemi. Sarà una sfida improba, ma proprio per questo acquista un significato particolare se messa a confronto con tutta una serie di promesse disattese dal precedente governo regionale, che non è riuscito a dare una vera e propria svolta allo sviluppo del territorio calabrese, condizionato anche da diversi fattori che ne hanno frenato la crescita. Dal lavoro alla legalità, dalla sanità ai trasporti, Scopelliti dovrà adesso impegnarsi al massimo assieme alla sua squadra, in maniera incisiva, e dimostrare di sapere tirar fuori la Regione dalle secche del parassitismo, clientelismo ed in generale da un modo di fare politica che ha caratterizzato i governi di diverso colore politico che si sono succeduti nel tempo, e che negli ultimi anni hanno fatto toccare uno dei punti più bassi alla Calabria. Lo farà, secondo le sue dichiarazioni di questi ultimi giorni, guardando alla regione nel suo insieme, rispedendo al mittente l’accusa di essere “reggiocentrico”.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: