Si ferma al D’Ippolito la corsa del Modica. La Vigor li scavalca i tigrotti.

21 02 2010

Un gol di Chiricò al 8’ del primo tempo decide il big match della 23 giornata del campionato di serie D tra la Vigor Lamezia e il Modica.

Una bella partita quella vista oggi al “Guido D’Ippolito” tra due squadre che hanno dimostrato ampiamente di meritare la classifica occupata. Si ferma, dunque, in Calabria la serie utile dei rossoblu reduci da sei vittorie di fila che hanno spinto Bonarrigo e compagni in piena zona play off.

I padroni di casa partono subito forte e mettono in difficoltà la retroguardia siciliana che forse non si aspettava una partenza così veloce della squadra dell’ex Pino Rigoli. Il primo pericolo per la porta siciliana arriva al 4’ con Lattanzio che da posizione favorevole fallisce una ghiotta occasione per portare in vantaggio i biancoverdi lametini.

È il preludio al gol che arriva 3’ dopo con Chiricò tra i migliori in campo. Il giovane lametino porta in vantaggio la sua squadra dopo essersi liberato in dribbling di un paio di difensori e indirizzando la palla dove Falco non può arrivare.

Il Modica accusa il colpo e stenta a riorganizzarsi. I rossoblu di Pippo Romano, si fanno vedere dalle parti del portiere calabrese intorno alla mezz’ora con un calcio di punizione di capitan Bonarrigo che non sortisce gli effetti sperati. Qualche minuto dopo azione dubbia in area di rigore modicana. Lattanzio, vera spina nel fianco della difesa ospite, è atterrato in piena area dal portiere Falco, ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per concedere la massima punizione. La decisione della giacchetta “nera” napoletana fa andare su tutte le furie mister Rigoli (nella foto) che viene espulso dall’arbitro.

Si va così al riposo con i biancoverdi di casa in vantaggio. Nella ripresa è sempre la Vigor a fare la partita nel tentativo di mettere al sicuro il risultato. Al 25’ Falco compie un vero miracolo su un tiro di Rondinelli che ha fatto gridare al gol il pubblico di fede biancoverde presente sugli spalti. Il Modica scampato il pericolo si riorganizza e cerca di ribattere colpo su colpo. La più ghiotta occasione capita sui piedi di Panatteri a 10’ dal termine, ma questa volta è Maraglino a dire di no all’attaccante modicano.

Nei minuti di recupero i rossoblu si riversano in avanti per il forcing finale porgendo il fianco alle veloci ripartenze della squadra di Rigoli che nei minuti di recupero va vicino al raddoppio ma è ancora Falco bravo a dire di no alle incursioni in contropiede lametini evitando un passivo più pesante alla sua squadra che ha lottato fino allo stremo delle forze per cercare di ristabilire la parità non riuscendoci.

Ai rossoblu siciliani va concesso, ad ogni modo l’onore delle armi.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: