Fieragricola da record con 250 espositori – La manifestazione si aprirà il 3 febbraio per concludersi domenica 7 in concomitanza con la festa di San Biagio molto sentita nel quartiere Sambiase – Sirianni: trend in crescita. Speranza: finanziato un polo col Patto. Lucia: grande vetrina per la Calabria

31 01 2010

La crisi economica imperversa, in Calabria non accenna neanche ad una ripresina, ma alla Fieragricola aumentano le aziende che espongono i loro prodotti. La vetrina lametina è ormai grande, ha 39 anni, e ci sono prospettive di crescita ulteriore dal momento che il Comune ha acquistato una sede, la vecchia Cantina sociale di Sambiase venduta dall’Arssa; e la realizzazione di un grande polo fieristico è previsto sia dalla bozza di Piano strutturale comunale, sia dal Patto per lo sviluppo finanziato da fondi europei.
Questa l’atmosfera che si respirava ieri nella sala comunale di Sambiase dove Vincenzo Sirianni ha presentato la nuova edizione della manifestazione che partirà il 3 febbraio e si concluderà domenica 7. Con un annuncio importante del presidente dell’Ente Fiera: «L’ingresso sarà gratuito per i primi tre giorni, si pagherà solo un modesto biglietto nel weekend». Che coinciderà con l’attesa festa di San Biagio molto sentita nel quartiere.
«In realtà Fieragricola è già cominciata il 27 novembre», esordisce Sirianni, «con il concorso “Vini del Mediterraneo” dove hanno partecipato 272 aziende vitivinicole». Un fiore all’occhiello esibito dal presidente visto che l’iniziativa è citata da tutte le riviste di settore, a testimoniare che il Lamezia Doc è ormai una realtà anche nei mercati internazionali.
Sirianni ha ricordato l’acquisto dei locali della Cantina sociale per la fiera, ma anche il finanziamento del polo fieristico che non potrà certamente essere realizzato in Piazza Diaz e dintorni.
Ma oltre al futuro, il presidente ha parlato del presente, con due nuove iniziative fresche di giornata che animeranno Fieragricola alle soglie del suo quarantesimo anno: giovedì 4 febbraio ci sarà un’intera puntata del programma “Elisir” della Rai con il popolare conduttore Michele Mirabella, che parlerà di salute e benessere con ospiti di riguardo: il direttore generale della Fondazione Campanella Angela Di Tommaso, l’endocrinologo Antonino Belfiore e il nutrizionista Arturo Pujia, che col docente Giovanni Agosteo della facoltà di Agraria dell’Università “Mediterranea di Reggio.
In studio anche il presidente della Provincia Wanda Ferro, il sindaco Gianni Speranza, il vicepresidente della Camera di commercio Franco Lucia e l’assessore regionale all’Agricoltura Piero Amato.
Sabato 6 si parlerà invece di finanziamenti al mondo agricolo, e del rapporto tra le aziende del settore primario e le banche, da sempre molto difficile in Calabria e nella Piana lametina. Interverranno il presidente di Fincalabra Giuseppe Petronio, il governatore Agazio Loiero, e diversi rappresentanti del mondo delle imprese locali agricole e artigiane.
Speranza ieri ha ricordato l’inserimento del polo fieristico nel Patto per lo sviluppo lametino, sottolineando che si tratta di un’iniziativa mista, da portare avanti cioè con finanziamenti pubblici e capitali privati. Si tratta di un appalto da affidare col sistema del project financing, e alle imprese che investiranno nel progetto spetterà poi la gestione della nuova struttura.
«La Camera di commercio registra che qualcosa si muove nell’ambito fieristico ed è positivo», ha detto Franco Lucia per la Camera di commercio, «perchè sia il Comune che la Regione pensano al futuro di Lamezia come baricentro della Calabria e vetrina per le imprese locali. È chiaro che l’ente camerale», ha assicurato il vicepresidente, «investirà su questi progetti che rilanciano l’economia non solo della città ma dell’intera regione».
Mauro Davoli, vicepresidente dell’Ente Fiera, ha ricordato che sono oltre 700 le aziende che ruotano intorno a questa edizione, 250 partecipano direttamente con propri stand, ed il 70% sono agricole.
«Ci sarebbe stato posto per un altro centinaio di imprese, ma non abbiamo spazio sufficiente», ha dichiarato Davoli dando ad intendere che ormai è impellente passare alla nuova sede. Si potrebbe spegnere la 40ma candelina nei locali appena acquistati dal Comune.

Vinicio Leonetti

da Gazzetta del sud

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: