Crocefisso in classe per Decreto?

19 12 2009

Ripprtiamo la notizia secondo la quale il Pdl di Lamezia avrebbe richiesto addirittura un’ordinanza del Sindaco perchè il Crocefisso venga reso obbligatorio nelle scuole della Città.
In questo caso ci asteniamo dal commebto politico ma sui fatto pensiamo di poter dire che se il Crocefisso dovesse essere appeso per Decreti ed Ordinanze, la cosa sarebbe fortemente preoccupante e per la Chiesa e per uno Stato e le sue Istituzioni che secondo la Costituzione dovrebbe e dovrebbero essere laiche.

«Sarebbe quanto mai opportuno che il Crocifisso rientri nelle aule delle scuole lametine. Esso è, infatti, non solo un simbolo cristiano di immenso valore ma, anche dal punto di vista laico, ha un enorme valore storico, legato all’identità culturale del popolo italiano». E’ quanto afferma Luigi Muraca – coordinatore cittadino del Pdl che aggiunge: «I nostri tempi richiedono un forte richiamo sia ai principi cristiani (per i credenti ), sia a quelli storici del Crocifisso, legati alla vita realmente vissuta di un uomo chiamato Gesù che ha lasciato, anche in chi non crede in Dio, un segno incomparabile di profonda umanità, un’umanità ricca di umiltà, generosità e sofferenza a cui è bene si ispirino i giovani nella propria formazione culturale e nella crescita morale, anche per rifuggire da ogni tipo di devianza». «Certo – prosegue Muraca – noi cristiani riteniamo che qualunque uomo, anche quello più accostato ad esperienze laiche, abbia un inestinguibile bisogno di una dimensione più elevata di quella terrena ma, in ogni caso, tutti gli uomini ( anche gli atei ) hanno bisogno di un mondo di amore che il Crocifisso rappresenta. Pertanto riteniamo che la presenza del Crocifisso non possa arrecare alcuna offesa, né che possa comprimere, come sorprendentemente affermato dai Giudici della Corte Europea, la libertà di culto, da riconoscersi in ogni anfratto del pianeta».
«A tal proposito, un nutrito gruppo di consiglieri comunali ( primo firmatario Ruberto ) – riferisce – hanno opportunamente chiesto che il Consiglio comunale si esprima, noi auspichiamo che ciò avvenga al più presto, senza alcun indugio, anche a compendio dell’iniziativa assunta dal presidente della Provincia Wanda Ferro in questi giorni». «Preferiremmo – conclude -che fosse il sindaco Speranza, il quale professionalmente opera nel mondo della scuola e conosce i problemi dei giovani, ad intervenire con un’ordinanza ad hoc, la quale incontrerebbe il favore di tante famiglie lametine e sarebbe certamente più rapida di una riunione del civico consesso».

Ribadiamo il nostro parere in merito augurandoci che il Sindaco abbia modo di dedicarsi a problematiche ben più rilevanti!

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: