Il Sindaco ordina ai Vigili di controllare cosa succede intorno al depuratore dell’Area ex SIR

20 07 2009

«Andate a vedere cosa succede tra i canali di scolo del depuratore». L’ordine è partito dalla stanza del sindaco, al primo piano della nuova ala di Palazzo Maddamme, esattamente al piano superiore del quartier generale dei vigili urbani. Sono loro che nei giorni scorsi hanno raggiunto i tubi che scaricano i reflui dell’impianto di depurazione, da dove esce acqua maleodorante e putrida, che ovviamente finisce in mare.
Un fenomeno che continua almeno da un paio d’anni. D’inverno se ne accorgono solo i pescatori più indefessi che per la loro passione sostano anche nella brutta stagione sul pontile arrugginito dell’ex Sir. D’estate ovviamente se ne accorgono tutti i bagnanti: liquidi oleosi e di dubbia provenienza si riversano fra le onde marine.
Una richiesta del sindaco sullo stato di salute delle acque tra la foce del fiume Amato e l’area industriale è stata fatta anche all’Arpacal. L’allarme è scattato dopo un servizio di Pino Nano, direttore del Tg calabrese della Rai, che con le telecamere ha raggiunto il depuratore. Non è necessario essere biologi per capire che quei reflui sono inquinanti. E molti arrivano dal depuratore. Che, è risaputo, da tempo non funziona come dovrebbe.
I motivi sono tante: l’impianto è antiquato, i passaggi di gestione sono troppo frequenti, il personale viene pagato a sprazzi, i pezzi di ricambio costano tanto. Ma resta un fatto: il mare continua ad essere inquinato. Forse un po’ meno degli anni passati, ma di sicuro l’acqua non è cristallina.
«Anche se in estremo ritardo, speriamo che questo servizio del Tg3 possa essere d’aiuto per avviare un’attività di bonifica ambientale alla foce torrente Turrina, della spiaggia comunale e delle sue acque», afferma l’associazione Sinistra Critica che nell’aprile dello scorso anno aveva presentato un esposto alla procura lametina corredato di foto esplicite sul degrado ambientale.
E se in acqua la situazione non è delle migliori, sulla terra il problema non cambia granchè. Frigoriferi, divani, televisori col tubo catodico, materassi e bidet. «Questo e molto altro si può trovare accanto ai bidoni dell’immondizia in molte vie della città», afferma Danilo De Fazio, vicepresidente dell’associazione “Lamezia Futura”. Che fa un elenco delle strade più degradate e correda di foto il suo dossier “sporco”: via D’Ippolito, via Murat, via Malaterra, via degli Itali, via Savutano.
«L’inciviltà atavica di alcune persone deturpa strade e in alcuni casi intere zone dove i residenti si trovano a dover convivere con i cattivi odori, con la puzza di bruciato derivante da qualche incendio notturno che alcuni pensano sia la panacea di questi mali, e soprattutto con i Raee. Cosa sono? I “Raee” sono rifiuti di tipo particolare come gli elettrodomestici, che dall’Unione europea vengono considerati rifiuti tossici perchè composti da sostanze che possono essere nocive alla salute se disperse nell’ambiente. «Questi prodotti», ricorda De Fazio, «vanno trattati correttamente e destinati al recupero differenziato dei materiali di cui sono composti, evitando così uno spreco di risorse che possono essere riutilizzate per costruire nuove apparecchiature».
Quando qualcuno ha bisogno di sbarazzarsi di un elettrodomestico può chiamare alla Multiservizi per il ritiro, ma non tutti la pensano così. E in piena notte si disfano dell’incomodo depositandolo accanto ai cassonetti, dove restano per giorni. Intanto lo spettacolo che i cittadini sono costretti a sopportare è lì, nei quartieri di periferia ma anche in centro.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: