Bella iniziativa dei docenti del Liceo Campanella porta alunni disabili su pista di atletica

13 07 2009

Quattro studenti diversamente abili del Liceo “ Campanella” hanno svolto per la prima volta un’ attività sportiva presso la pista di atletica leggera e impianto polifunzionale “G. Renda” di Savutano di Lamezia Terme esplorando un mondo a loro finora negato insieme ad altri 24 studenti dello stesso istituto. Un momento ludico sportivo e di indubbia valenza didattica che racchiude un profondo significato in quanto viene riconosciuta pari dignità ed accesso alla normalità ai ragazzi con palesi difficoltà . E tutto questo grazie alla legge regionale sul Piano per il diritto allo studio del 27/ 85 in base alla quale il Liceo “T. Campanella ” ha potuto realizzare un progetto intitolato “Con il Corpo per la Mente” finanziato dalla Regione Calabria.
Gli studenti sono stati così avviati all’ atletica leggera ( salto in lungo, velocità, peso, staffette ) dopo un test che ha mirato ad accertare le loro attitudini, l’ interesse e la preparazione motoria di base. A seguirli sono stati i docenti Catia Caruso, Michele Fragale e i tecnici della Libertas atletica Lamezia Teresa Trovato e Vincenzo Villella. «Per tre settimane gli studenti hanno sperimentato un modo diverso di apprendimento al di fuori della scuola continuando ad impegnarsi in una scuola estiva di atletica praticando, quindi, lo sport che deve essere considerato un diritto di tutti e un luogo privilegiato, aggregante e di formazione umana, ma nel contempo occasione di ricreazione, divertimento e impegno», ha dichiarato Saveria Sesto che ha coordinato con occhio vigile ed esperto le attività sportive. « Ma – ha proseguito – questa attività sportiva persegue anche altri obiettivi come educare alla tolleranza nei confronti dei diversamente abili e dei soggetti fragili, promuovere agio e benessere, rafforzare la relazionalità nel mondo della scuola con conseguenti ricadute in termini di gratificazione personale, motivazione, sblocco psicologico e crescita della passione sportiva, nonché interiorizzare i valori fondamentali di lealtà e dovere e il rispetto delle norme comportamentali verso i beni pubblici ( palazzetto dello sport, campo, spogliatoi, bagni e attrezzature)». Partner del progetto è stato il III Circolo “Don Milani” di Lamezia Terme che ha rivolto l’attenzione a 15 bambini avviati all’attività motoria e all’arrampicata seguiti dai tecnici dell’associazione Gaia di Lamezia Terme .
L’attività si è conclusa con una breve cerimonia nel corso della quale la dirigente del dipartimento regionale della Pubblica Istruzione Antonella Cauteruccio ha premiato ragazzi protagonisti del progetto.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: